EVENTI - Umberto Veronesi
REINVENTARSI IL FUTURO

- Auditorium dell'Ara Pacis - Via di Ripetta, 190 Roma


​Dialogo tra
Raffaele Bonanni, segretario generale Cisl
Fulvio Conti, amministratore delegato Enel
Gianluca Comin, coautore de “2030. La tempesta perfetta” (Rizzoli)
Donato Speroni, coautore de “2030. La tempesta perfetta” (Rizzoli)
Umberto Veronesi, direttore scientifico Istituto Europeo Oncologia
Conduce: Enrico Cisnetto, “Roma InConTra”
 
È vero che entro il 2030 i problemi innescati dalla demografia, dalle migrazioni, dall’economia, dalle crisi energetiche e ambientali, e dall’alimentazione deflagreranno? Ed è vero che, una volta superata la congiuntura, l’intero pianeta potrà iniziare a crescere in modo sostenibile? Non ci sono  risposte facili, anche perché si rischia di essere profeti di false sventure. Ma è certo che il sistema mondiale sta affrontando problemi di dimensioni crescenti: se le difficoltà dell’economia globale sono affiorate in tutto il loro potere dirompente dal 2008, altri motivi di crisi iniziano a intravedersi all’orizzonte. Prima fra tutte la sovrappopolazione: raggiungeremo i 9 miliardi di abitanti entro il 2050 (nel 2010 si è tagliato il traguardo dei 7 miliardi di persone), con le esigenze correlate al reperimento di cibo, acqua e  risorse sufficienti per consentire condizioni di vita dignitose per tutti. E poi i consumi: nel 2030 almeno 4 miliardi di persone aspireranno a standard di benessere che oggi sono appannaggio solo di 1 miliardo. Per non parlare degli ultimi della Terra: se, già oggi, quasi 1 miliardo di persone soffre di fame e di sete, se oltre 1 miliardo e mezzo non gode dell’elettricità, come riusciremo a soddisfare i bisogni di ulteriori 2 miliardi di esseri umani? E ancora, quale potrà essere un sistema economico in grado di soddisfare le esigenze di un numero così elevato di persone? Saranno le nuove tecnologie o i nuovi stili di vita ad aiutarci a vivere in maniera diversa, creando nuove opportunità di lavoro e dando origine a nuove sfide? E i vincoli dell’ambiente (protocollo di Kyoto su tutti) potranno essere rispettati? Per capire che futuro ci aspetta, siete invitati all’Auditorium dell’Ara Pacis.
 

DOPO IL CANCRO, LA VITA
La sfida scientifica e umana di trasformare il "Male Incurabile" in malattia cui sopravvivere
- Auditorium dell’Ara Pacis - Via di Ripetta, 190


​Ne discutono

Umberto Veronesi, direttore scientifico Istituto Europeo Oncologia, autore de “Il primo giorno senza cancro” (Piemme)
Alessandro Cecchi Paone, giornalista e conduttore televisivo
Vittorino Andreoli, psichiatra e scrittore
Monica Guerritore, attrice
Conduce: Enrico Cisnetto, “Roma InConTra”

 
Un nuovo appuntamento di “Roma InConTra” dedicato alla scienza. Questa volta parliamo della malattia più terribile, il cancro, che grazie ai progressi della ricerca medica e all’impegno di uomini eccezionali si è trasformato da “brutto male” senza appello in una patologia curabile. Ne parleremo con Umberto Veronesi, un punto di riferimento mondiale per la medicina, che con il suo personale impegno, umano e scientifico, ha contribuito alla progressiva “normalizzazione” del carcinoma, argomento anche del suo ultimo libro. Ma la guarigione fisica è solo un aspetto del problema. Di quella dello spirito, che non permette al malato di sentirsi mai completamente “guarito”, ci parlerà lo psichiatra Vittorino Andreoli. Ospiteremo inoltre il racconto di chi, come Monica Guerritore, ha combattuto e sconfitto la malattia proprio grazie alle cure del professor Veronesi. Ad aiutarci a parlare di tutto questo Alessandro Cecchi Paone, un grande divulgatore scientifico e amico di “Roma InConTra”.
 
 

 

 

Nei prossimi giorni
Nessun elemento attualmente disponibile.
Cortina Racconta
Cortina Incontra
Fondazione InSé Onlus
Fondazione InSé Onlus
Telepass Pay
Rassegna stampa




Seguici
| Share